DC Comics dobbiamo parlare

Joker joaquin

Fin da piccola sono sempre stata fan di Batman. Sono cresciuta letteralmente con il Batman in calzamaglia quando tornavo da scuola e facevo merenda; poi c’è stata la folgorazione per i due film di Tim Burton che mi hanno letteralmente plasmato l’immaginario esistenziale; i cartoni animati sull’uomo pipistrello; successivamente, checché se ne dica io ho salvato qualcosa da tutto quanto, anche Batman forever e Batman e Robin si sono ritagliati uno spazio nel mio cuore; poi è stata la volta della trilogia di Christopher Nolan che fa gara a parte e mi fermo qui. L’ultimo prodotto della “saga” e cioè Batman vs Superman l’ho visto di malavoglia e non credo nemmeno di averlo finito, mentre gli altri: Justice League e Suicide Squad li ho ignorati a piè pari.
Si può comunque dire che io sia stata cresciuta a tutti gli effetti estimatrice della DC fin dagli albori, e invece poi qualcosa dev’essere “andato storto” perché la Marvel ha rubato i miei ultimi 11 anni di vita con il suo universo cinematografico espanso.

I cattivi di Batman sono sempre stati i piu fighi: il Joker (ma anche il Pinguino) su tutti.
Ho sempre adorato Jack Nicholson come attore con quel suo essere sopra le righe nella vita e sul palcoscenico. Prendendo una citazione di Eva Green in un’intervista “he makes me laugh” – ti capisco ragazza. Nel primo Batman di Tim Burton ha dato vita a un Joker fantastico, ben più simile all’originale di Cesar Romero apparso nella storica serie tv: un gangster folle, vestito di viola, più simile a un clown, ma col ghigno mefistofelico in faccia e un grottesco senso dello humor misto a follia.
Related image

Dopo c’è stato Heath Ledger nel capolavoro di Christopher Nolan, The Dark Knight. All’inizio non sapevo cosa aspettarmi, non sono mai stata una fan incallita ma mi è sempre piaciuto Heath come attore in quanto sceglieva ruoli interessanti ed era bello vederlo all’opera. Purtroppo sappiamo tutti che fine ingrata gli è toccata e nonostante ormai siano passati diversi anni non nego che faccio ancora fatica a realizzare l’accaduto. Il suo Joker era ben più oscuro e decadente del personaggio costruito da Jack Nicholson. Folle ed eccentrico ma ben più fuori controllo e imprevedibile.
Related image
Related image

Prima che me lo contestiate, no, del joker di Suicide Squad non parlerò perché come ho detto sopra non l’ho ancora visto. La ragione è semplice: mi avevano fatto passare la voglia a suo tempo, in tutti i sensi. Non preoccupatevi prima o poi lo recupererò, sono molto estemporanea per queste cose.

Ma veniamo a noi, cara DC, dopo questo periodo che definirei “fiacco” almeno dal punto di vista personale, io ti chiedo una cosa: TI PREGO, TI PREGO E TI SCONGIURO, NON FARMI RIMANGIARE L’HYPE PER IL NUOVO FILM SUL JOKER.
Se c’è una cosa che a volte azzecco nella vita (ma nonostante tutto sono conscia di non saper fare bene) è il fantacasting. Detto ciò, aspettavo un Joker come quello fatto da Joaquin Phoenix da anni. Il trailer uscito qualche giorno fa promette già grandi cose che spero non verranno tradite nel film.

Image result for Joaquin Phoenix joker gif
Non voglio farmi troppe illusioni ma basandomi su quello che vedo il film mostra toni retrò, una genesi del personaggio promettente un po’ old school che la butta sul psicologico, una citazione a Charlie Chaplin, un attore che adoro e che quando gli è stato richiesto di avere a che fare con le parti da psicolabile ha sempre dato il meglio. Tutto ciò non può essere un caso, questo film dovrà per forza essere bello.

DC COMICS MI VOGLIO FIDARE.

Annunci

“Hello Mark..”

t2trainspotting

“Choose life
Choose Facebook, Twitter, Instagram and hope that someone, somewhere cares
Choose looking up old flames, wishing you’d done it all differently
And choose watching history repeat itself
Choose your future
Choose reality TV, slut shaming, revenge porn
Choose a zero hour contract, a two hour journey to work
And choose the same for your kids, only worse, and smother the pain with an unknown dose of an unknown drug made in somebody’s kitchen
And then… take a deep breath
You’re an addict, so be addicted
Just be addicted to something else
Choose the ones you love
Choose your future
Choose life”

Io ci sto provando, davvero.
Io ci sto provando sul serio a non esaltarmi troppo e a stare sulla difensiva il più possibile, ma sti disgraziati sanno dove colpirti a sangue freddo per farti cedere.
L’idea di un sequel mi terrorizza da quando hanno deciso di riprenderla in mano, proprio quando invece sembrava accantonata, ma nonostante la paura di essersi presa un abbaglio sia sempre alta sentire queste parole del “monologo” aggiornato al 2016 mi fa quasi ben sperare.

Il trailer è senza dubbio d’impatto con grandi ritorni e nonostante penso sarà inevitabile l’effetto nostalgia spero il film non finisca per calcare troppo su strade già battute in precedenza perché in questi casi la delusione può essere sempre a un tiro di schioppo, ma arrivati a questo punto sono davvero curiosa di vedere gli sviluppi.
C’è da aspettare gennaio, non manca più tantissimo tempo ormai, spero sappiate tutti quanti cosa state facendo.

“Personality, I mean that’s what counts, right? That’s what keeps a relationship going through the years. Like heroin, I mean heroin’s got a great fucking personality.”

conomvcwyaatzq8

Cause di forza maggiore me lo impongono, l’account twitter di Film4 pubblica cose che non mi posso rifiutare di ripubblicare a mia volta.

Fermi tutti, abbiamo una data! abbiamo una data! Va bene è la data UK, ma è pur “sempre meglio che un calcio in culo” come direbbe Cineclan
IL 27 GENNAIO 2017 USCIRA’ IN SALA TRAINSPOTTING 2, o T2… voglio fare come faccio sempre con tutte le cose che mi piacciono e che mi creano aspettative, ovvero, voglio mettere le mani avanti e giudicare dopo averlo visto, però il fatto che il teaser sia uscito oggi lo prendo come un signor regalo di compleanno.

E’ molto bello vedere che Renton non sia ancora stato ammazzato di botte da Begbie per avergli rubato i soldi… WE’LL SEE

Hype pre-Croisette 2016

the-neon-demon

Questa mattina è stata annunciata la lista dei film in concorso al prossimo Festival di Cannes e anche se ormai era praticamente ufficiale me ne sono stata buona buona e ho aspettato la conferma. Quest’anno torna in gara Nicolas Winding Refn con il suo horror in gonnella tanto sbandierato da un paio d’anni a questa parte.
Refn è uno che “se lo frequenti” non ti aspetti più niente, nel senso che dice tutto e il contrario di tutto e va bene così.
Mi piace farmi stupire al cinema e finora lui ci ha preso, quindi  più che altro, devo prepararmi psicologicamente all’idea che finalmente sta per uscire The Neon Demon (cioè la data italiana non esiste ancora), film che sigilla ulteriormente quello che ormai sembra sempre più un sodalizio artistico tra Refn e il compositore Cliff Martinez, e abbiamo anche un trailer (finalmente).
Elle Fanning è un’attrice che più passa il tempo e più apprezzo, nonostante la giovanissima età, ed oltretutto fa scelte interessanti, qui è in compagnia di Jena Malone, Christina Hendricks e Keanu Reeves.

Aspettiamo..